1. CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gabriella

    gabriella Nuovo Iscritto

    Condòmino proprietario
    Buongiorno,

    può essere nominato amministratore del condominio il marito della condomina proprietaria al 1000/1000 che non abbia

    frequentato alcun corso ? Poichè già è stato nominato (501 millesimi) , come bisogna agire ? Grazie
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Vie è una cosa poco chiara nella tua spiegazione: se esiste una proprietaria con 1000 millesimi significa che non è un condominio. (ma sarebbe strano che la nomija avesse 501 millesimi.

    Se invece intendevi dire che la mogli è proprietaria del 100% della sua unità e il coniuge "zero" ...allora il marito non è condòmino e in quanto tale può essere nominato amministratore solo con tutti i requisiti previsti per Legge (professionista).

    Nella seconda ipotesi la delibera va impugnata difronte ad un Giudice.
    Magari una minaccia ad agire in tal senso li fa tornare sui propri passi.
     
    A gabriella piace questo elemento.
  3. gabriella

    gabriella Nuovo Iscritto

    Condòmino proprietario
    Grazie ; ho riportato la nota del catasto proprietà 1000/1000 , riferita all'abitazione ; mi scuso per non aver specificato :) La delibera di nomina è nulla o annullabile ? Per tutti gli atti fino ad ora svolti (affidamento incarico ad un legale per prosieguo azione , ad un tecnico per lavori di messa in sicurezza , varie assemblee ) che conseguenze ci saranno ?
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    La delibera è "nulla" in quanto il mandatario risulta privo dei requisiti necessari (almeno secondo quanto affermi).
    Che sia "nulla" non esime dal dover fare ricorso ad un Giudice che disponga in tal senso.

    Quanto alla nomina di un legale e/o di un tecnico per lavori bisogna sistinguere:
    A-se la nomina è avvenuta tramite delibera (come formalmente necessario) allora tali "figure" continueranno a svolgere l'attività attribuita
    B-se tali professionisti sono stati incaricati dall'amministratore "illegale" ...allora si potrebbe ritenere invalida la loro "assunzione"...ma si aprirebbe il fianco ad una azione risarcitoria da parte degli stessi contro il Condominio.
     
    A gabriella piace questo elemento.
  5. gabriella

    gabriella Nuovo Iscritto

    Condòmino proprietario
    Grazie ancora . Le nomine non sono avvenute tramite delibera ; per il legale ha inserito la ratifica nell' o.d.g. della prossima assemblea ; per il tecnico nulla, ha conferito l'incarico ma non l'ha portato in assemblea , neanche come ratifica.


    Dalla visura catastale la moglie è proprietaria per 1000/1000 dell'abitazione ; il dubbio è sorto (poi confermato dalla visura catastale) in quanto in precedenti assemblee interveniva con la delega della moglie.
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Che ti devo dire...la madre dei "babbei" è sempre incinta.

    Unica cosa che devi appurare è la mancanza dei requisiti.

    Oltre ai requisiti previsti con la riforma entrata in vigore nel 2013 nella stessa vi sono anche altre particolarità da rispettare:
    Ad esempio è fatto obbligo di presentare offerta particolareggiata per il compenso richiesto con accettazione da parte dell'assemblea.
    Ovviamente se si è offerto a titolo gratuito tale incombenza non rileva.
     
    A gabriella piace questo elemento.
  7. gabriella

    gabriella Nuovo Iscritto

    Condòmino proprietario
     
  8. gabriella

    gabriella Nuovo Iscritto

    Condòmino proprietario
    Buongiorno, grazie .
    E' stato verbalizzato che il compenso sarà uguale a quello del precedente amministratore.
    Nel verbale, oltre il numero dei millesimi totali, vanno indicati i nominativi del favorevoli e dei contrari ? Aver citato solo i millesimi totali potrebbe essere motivo di impugnativa ?
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Il verbale deve permettere di capire chi abbia votato a favore e chi contro (anche per esclusione).

    Visto che riporti il riconoscimento di un compenso subentrano anche probabili irregolarità fiscali.
     
    A gabriella piace questo elemento.
  10. gabriella

    gabriella Nuovo Iscritto

    Condòmino proprietario
    Grazie, buongiorno ; non potendo sapere quante ...teste... hanno votato a favore, e quindi non potendo sapere se rappresentavano il 50% almeno dei condòmini, si potrebbe impugnare ? I 500 millesimi favorevoli sono stati citati , ma non a chi facessero capo-
     
  11. Dimaraz

    Dimaraz Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Il 50%+1 è sempre riferito ai proprietari che votano (quindi a tutti i condòmini solo se tutti presenti e votanti).
    Resta il fatto che il verbale deve riportare l'esito del voto in modo chiaro quindi:
    -totale nominativi (favorevoli, contro, astenuti, assenti).
    -totale millesimi a favore con nominativo di chi ha votato a favore + astenuti + assenti
    -totale millesimi a favore con nominativo di contrari, assenti e astenuti

    Le formule possono essere diverse ma appunto permettere l'identificazione per sottrazione.
     
    A gabriella piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi