• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Commercialista
#1
La legge n. 220/2012, in vigore dal 18 giugno 2013 prescrive (ex art. 71-bis, comma 1, lett. g) che per svolgere professionalmente l'attività di amministratore di condominio quando lo stesso è composto da più di 8 condòmini, è obbligatorio aver frequentato un corso di formazione iniziale in materia di amministrazione condominiale; il successivo decreto-legge n. 145/2013 ha demandato al Decreto Ministero Giustizia 13.08.2014 n° 140, pubblicato sulla G.U. il 24.09.2014 la determinazione dei requisiti necessari per esercitare l’attività formativa, nonché i criteri, i contenuti e le modalità di svolgimento dei corsi preparatori allo svolgimento della professione .

I corsi NON sono appannaggio solo delle associazioni quali ANACI ANAI ANAMNI (che non hanno alcuna validità giuridica essendo associazioni privatistiche al pari di una bocciofila) o/e simili, ma sono liberamente attivabili da soggetti che abbiano le caratteristiche indicate dal DM succitato i quali potranno sotto propria responsabilità rilasciare un attestato certificante la esecuzione del corso, attestato che consentirà di esercitare da subito la professione.

Alla luce delle emergenti speculazioni occorre prestare delle precauzioni:
  1. Verificare in anteprima la serietà dei soggetti preposti: in primis del "responsabile scientifico" e dei "formatori" ai quali il DM demanda il compito rispettivamente di organizzare e svolgere il programma formativo prestabilito nelle materie dal Ministero della Giustizia, nell’arco di (minimo) 72 ore di cui almeno 1/3 per esercitazioni pratiche.
  2. Assicurarsi che i corsi vengano tenuti in locali idonei, salubri, silenziosi, forniti di segreteria, sale reception, sale dedicate con banco e computer a disposizione di ogni allievo, la dotazione di un proiettore e schermo grande evidenziante le slide.
  3. Particolare attenzione dovrà essere prestata al numero dei corsisti che non dovrebbero essere in un numero superiore a 15. Solo in tal modo il formatore potrà dedicare attenzione al singolo (evitare organismi che organizzano corsi a 250 euro con la presenza di 70-80 corsisti).
  4. Serietà vuole che gli organizzatori adottino un apposito registro siglato in ogni pagina dal responsabile scientifico su cui annotare di volta in volta le materie trattate e le presenze; sullo stesso registro ogni formatore ed ogni allievo apporranno la propria firma a certificazione del servizio rispettivamente svolto e fruito. In tal modo si potrà rendere conto al Ministero della serietà della formazione vanificando ogni rischio di invalidazione.
  5. Opportuno verificare che la parte pratica sia concentrata su esercitazioni effettive eseguite con programmi che vanno per la maggiore e che prevedano delle simulazioni di progressiva difficoltà dalla tenuta di un condominio semplice ad uno più complesso. Solo così tali esercitazioni abbinate alla parte teorica porranno l’aspirante amministratore di condominio in condizione di iniziare subito la propria attività professionale.
Un corso con pochi allievi (15) non potrebbe costare meno di 10 euro orarie ossia 720 euro tenendo conto che i formatori sono tutti soggetti iscritti negli appositi albi, che la struttura ha un costo di gestione (segretarie, luce, riscaldamento, affitto etc,) e che sugli introiti gli organizzatori devono corrispondere imposte e contributi.
 

ConsueloD

Nuovo Iscritto
Altro Lavoratore
#2
Buongiorno,
vorrei chiedervi un'informazione! sicuramente vi avranno fanno la stessa domanda in molti, ma notavo che la discussione, in questo ambito, è datata al 2015. Ad oggi pertanto, quale corso consigliate a chi vuole intraprendere questa professione? Una volta fatto il corso, come si può chiedere di fare tirocinio ad un amministratore? Semplicemente presentandosi con il cv in mano? O c'è una procedura da rispettare? Che magari consenta un più rapido è facile incontro con il professionista? Tra di voi c'è qualche amministratore di condominio a Bologna, che vorrebbe una tirocinante per qualche mese? Io sono di Perugia, ma sto per trasferirmi a Bologna, mi mancano solo 3 esami alla laurea in legge, conclusa la laurea mi trasferirò e ho deciso di voler frequentare, contemporaneamente, un corso che mi dia la qualifica di amministratrice, professione che vorrei esercitare poi a Bologna. A Perugia ho letto di un corso organizzato da ANAMMNI che inizierebbe proprio il mese prossimo, è valido? O secondo voi, volendo poi operare in una realtà più complessa come quella di Bologna, dovrei frequentare un corso direttamente lì? Attualmente lavoro part time a Perugia, per cui volendo frequentare un corso a Bologna, potrei farlo solo in formula week end al momento e non vorrei usufruire dei corsi online, perché credo che una formazione in aula sia sicuramente più incisiva. Vorrei sul serio diventare molto competente. Cosa mi consigliate? Sapete quanto può costare il corso dell'associazione ANAMMI? Ancora non li ho contattati.... Una marea di domande!!! Intanto grazie
 

Allegati

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno un saluto a tutti sono un nuovo iscritto Grazie x avermi accettato
Da qualche tempo non mi giungono più le comunicazioni del lunedì...
Stiamo costruendo il primo forum italiano interamente dedicato all'amministrazione condominiale e agli amministratori di condominio!👏
Marc0 ha scritto sul profilo di Il Custode.
Salve, sono il ragazzo di cui ci eravamo sentiti via chat su facebook :) ottimo sito stupendo ;)
Alto