• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

altro.paolo

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Buongiorno, io abito in un condominio di 11 appartamenti ognuno con relativo contatore di sottrazione. alla ripartizione dell’acqua l’ammistratore mi assegna un consumo di 250mc. da relative letture effettuate a fine 2015 di 152mc e fine 2016 di 332mc con un consumo effettivo di 180mc inferiore a quello indicato dall’amministratore. chiedendo informazioni mi viene comunicato che nella ripartizione del 2015 erano state rilavate 2mc a inizio 2015 e 82mc a fine 2015, con una differenza della stessa lettura di fine 2015 di 70mc. considerando che il 2015 è stato approvato e chiuso senza nessun debito nei confronti dell’ente erogatore, quella differenza è dovuta? è solo un errore dell’amministratore delle letture? se io nel 2016 ho consumato 180 perchè devo pagare per 250? le due ripartizione devono essere collegate tra loro?
grazie per la risposta, cordiali saluti
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
La descrizione è confusa e i conti non tornano.
SE vi era un errore di 80 mc. (82-2)nel riparto del 2015...perchè poi ti viene addebitata una differenza di 70 mc?
Le tue letture coincidono (come tempistica) con quelle dell'amministratore?

Che i conteggi col fornitore nel 2015 siano stati chiusi senza residui no significa che non vi possano essere degli errati calcoli nei riparti.

Ricostruisci gli addebiti dall'inzio (sperando non siano tanti anni...ma visto che il contatore ad inizio 2015 segnava 2 suppongo siate agli "esordi").e controlla che l'adeebito finale coincida con il consumo.

Se l'assemblea approva una rettifica per un errato calcolo nell'esercizio precedente...la variazione è valida e tu devi compensare.
Se ritieni che ti sia stato addebitato oltre il dovuto...allora devi impugnare il nuovo riparto dimostrando quanto sostieni.
Hai 30 gg. di tempo dalla data di approvazione se eri presente...e se hai votato contro.
 
Ultima modifica:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Alto