• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

roby

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Sono stati sostituiti i cavi dell'ascensore dopo 30 anni. Il problema è se ripartire le spese per millesimi di proprietà oppure per millesimi di piano. Alcuni condòmini che posseggono nello stesso stabili più di un box
acquistando gli altri box in un secondo momento, ritengono che questi millesimi non debbano essere conteggiati per la ripartizione della spesa. Alcuni sostengono che la spesa andrebbe ripartita per millesimi di piano. Mi sono documentato ma vi sono pareri contrastanti. Potrei avere una indicazione, anche sulla base
delle ultime sentenze che mi permetta di ripartire la spesa senza problemi. Grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Sostituzione=acquisto ...quindi per millesimi di proprietà.

Alcuni condòmini che posseggono nello stesso stabili più di un box
acquistando gli altri box in un secondo momento, ritengono che questi millesimi non debbano essere conteggiati per la ripartizione della spesa.

Liberi di pensare che la terra è piatta e l'intero universo le giri intorno.
Responsabili anche per i millesimi derivanti dai "nuovi acquisti" ...e non solo per la sostituzione dei cavi.
 

bastimento

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Sostituzione=acquisto ...quindi per millesimi di proprietà.



Liberi di pensare che la terra è piatta e l'intero universo le giri intorno.
Responsabili anche per i millesimi derivanti dai "nuovi acquisti" ...e non solo per la sostituzione dei cavi.
Evidente che in questo caso il condominio non ha previsto una tabella millesimi che escluda i box.

Se l'ascensore non serve il piano box, spesso escludono i box
 

roby

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Quindi secondo questo criterio devono essere esclusi tutti i box, non solo il secondo box. L'ascensore arriva al piano terra dove si trovano le cantine e i box. Cantine e box non sono interrati ma a l piano terra. Secondo questa soluzione dovrei dividere per millesimi escludendo i box, però poi il totale dei millesimi non fa 1000.
 

bastimento

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
No, non mi sono spiegato o hai frainteso.

Se non sono stati esclusi a priori dal regolamento di condominio , anche il piano terra contribuisce alle spese di installazione, conservazione e sostituzione dell'ascensore (ne sono proprietari).

Diverso per i costi di gestione ordinari.

p.s.: non è questo il caso, quindi ignoralo.
Ma nel caso si escludessero un certo numero di millesimi, esempio 200, basterebbe riparametrare a 1000 gli 800 rimasti, se proprio ci tieni a rispettare la forma. Sarebbe comunque lo stesso dividere le spese su base 800.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Evidente che in questo caso il condominio non ha previsto una tabella millesimi che escluda i box.
No, non mi sono spiegato o hai frainteso.

Così generi confusione...evidentemente non hai letto bene il post iniziale.

Alcuni condòmini che posseggono nello stesso stabili più di un box
acquistando gli altri box in un secondo momento, ritengono che questi millesimi non debbano essere conteggiati per la ripartizione della spesa.

Essere diventati proprietari di ulteriori box rispetto ai primi non li esime dal partecipare a qualsiasi spesa (sia essa manutenzione o sia essa utilizzo).
Non leggo in alcun punto che i nuovi box siano di nuova costruzione od esterni all'immobile (quindi non interessati all'uso dell'ascensore).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Discussioni Simili...

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto