• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

giorgino

Membro Ordinario
Amministratore di Condominio
Sono partiti i lavori del gruppo di lavoro "Amministratori di Condominio" presso l'UNI con l'obiettivo di elaborare un testo normativo di aggiornamento della normativa attualmente in vigore sulle funzioni e i requisiti minimi di qualificazione professionale dell'amministratore condominiale e immobiliare, oggi raccolte nella norma UNI 10801 del 1998.

La norma UNI 10801 ha fino ad oggi rappresentato il punto di riferimento per questo tipo di attività, tuttavia risalendo al 1998 sconta ben 15 anni di servizio durante i quali sono cambiate molte cose e le professioni e gli standard di settore sono cambiati. Ci sono state anche importanti modifiche alle leggi di settore come ad esempio la norma sul Certificato di Prevenzione Incendi (DPR n. 151/2011), il Testo Unico sulla sicurezza (legge 81/2008), le nuove norme fiscali, le autocerficazioni e la digitalizzazione dei documenti tutt'ora in auge.

Da qui la necessità anche urgente di riformare la norma UNI 10801.

Come affermato da Stefano Bonetto, presidente della Commissione Servizi e coordinatore del gruppo di lavoro, "Sarà una norma sostanzialmente nuova" intendendo che la revisione terrà conto con il Quadro europeo delle qualifiche (European Qualification Framework - EQF) come previsto dalla legge 4/2013.
Bonetto aggiunge: "Siamo già partiti a discutere dei contenuti tecnici. In questa prima riunione ci siamo concentrati su quelle che devono essere le attività essenziali dell'amministratore di condominio, focalizzandoci su quelle più importanti".

Il Gruppo di Lavoro è partecipato dalle principali associazioni di categoria anche se si auspica una maggiore partecipazione ai lavori.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Discussioni Simili...

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto