• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Franco77

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Salve a tutti,
sono proprietario di un appartemento sotto al quale si trova un cantina, accatastata come C1(dato da me personalmente verificato di recente) e priva di abitabilità, che viene tuttavia da sempre utilizzata come appartamento dai vari proprietari che si sono avvicendati e affittata a titolo oneroso come appartamento. Da alcuni mesi gli affittuari presenti nel locale sottostante hanno iniziato a lamentarsi dei rumori prodotti dai miei figli (ne ho 3, uno grande di 7 anni e 2 gemelli di 3) mentre giocano, attività che ho sempre l'accortezza di fargli svolgere in orari consentiti ed impedendo loro di usare palloni o latri giocattoli rumorosi. Premetto che il mio appartemento è interamente pavimentato con un tappeto in PVC in parte fonoassorbente ma soprattutto che i bambini durante la settimana trascorrono un parte minima della giornata a casa (solitamente tornano da scuola alle 17 ma spesso si intrattengono ulteriormente fuori casa perché di pomeriggio li portiamo spesso al parco) e comunque io e mia moglie osserviamo scrupolosamente gli orari di silenzio comunemente utilizzati (dalle 14 alle 16 li mettiamo a letto e la sera vanno a dormire alle 20.30) benche nel regolamento del nostro condominio (privo di amministratore in quanto costituito da 5 famiglie)non vengano in alcun modo indicati. Inizialmente le persone interessate hanno messo in atto richieste insistenti di evitare di far correre i bambini (in orari nei quali non era previsto il silenzio) venendomi a suonare a casa, mi sono sempre molto educatamente scusato per il disagio chiedendo tuttavia da parte loro un po di comprensione per la situazione. Ho cercato infine di concordare con loro delle fasce orarie compatibili con le esigenze di entrambi ma venendo liquidato con la frase: "noi non abbiamo orari" . Alla fine, molto seccato per le insistenti citofonate ho risposto loro che non potevo fare nulla di più e li ho esortati a parlare con la padrona di casa, dicendogli chiaramente che avendo utilizzato una cantina come abitazione è più che normale che essa non abbia lo stesso livello di insonorizzazione di un normale appartamento. Dopo quest'ultimo contatto i vicini hanno smesso di venire su e sono passati direttamente a battere sul soffitto col manico di una scopa ad ogni minimo accenno di rumore, e questo modo di agire, oltre che creare un continuo stato di ansia a me e mia moglie, innervosisce e spaventa i bambini, che spesso si mettono a piangere quando sentono i colpi sul soffitto. Inoltre io e mia moglie viviamo ormai in un continuo stato di nervosismo, che ci porta spesso a sgridare i bambini durante le loro normali attività di gioco, temendo che esse possano risultare rumorose, provocando cosi una reazione dei vicini.Alla luce di quanto ho raccontato pensate che la situazione possa assumere una rilevanza civile o penale? In caso positivo sarebbe opportuno avviare immediatamente una qualche azione anche in via cautelativa?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Penale? NO
Azione cautelativa?
Non li asacolti i Tg...già raramente la mettono in atto per casi sicuramente da Codice Penale...figurati per il tuo.
Non hai spiegato se sei proprietario o locatario.
Nel primo ccaso comincia tu a lamentarti con la padrona del piano sotto precisandole che se non prenderà provvedimenti denuncerai l'irregolarità edilizio/abitativa, se invece sei un inquilino al pari di chi abita sotto lamentati con il tuo locatore.

Se ill locatore è il medeswimo per entrambi vale come per il primo caso.
Informalo che farai denunce a destra e a manca.
 

Franco77

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Io sono proprietario dell'appartamento nel quale vivo, gli inquilini del piano di sotto sono locatari. Comunque oggi ho provveduto a contattare la padrona dopo l'ennesimo episodio col quale sono arrivati alle minacce. Prima è venuta su lei, spazientiti ed esasperati io e mia moglie abbiamo alzato un po i toni, alla fine si è presentato il marito di lei che l'ha portata via e si è allontanato dicendo "Domani vi faccio vedere io". Venerdi ho appuntamento con la padrona di casa, ha detto che già ha avuto problemi simili in un altro appartamento che affitta ma li ha risolti(non so come). Si è dimostrata disponibile ed ha detto che parlandone sicuramente si troverà un accordo. Io però parlando con lei le ho ben specificato che l'episodio accaduto oggi è ai limiti del penale. Dimenticavo, il fatto di oggi è avvenuto poco prima delle 17 e sono venuti su dopo 10 minuti da quando i miei figli avevano iniziato a giocare
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto