• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

inquilinodoc

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Buongiorno,
sono fresco di riunione condominiale e ammetto che avrei dei quesiti da sottoporre.
Premetto che abito un condominio in cui non c'è un amministratore condominiale esterno (è autogestito), composto da 6 appartamenti in cui siamo tutti più o meno parenti (evviva!); non esiste nemmeno un regolamento condominiale scritto.
Esiste un corpo scala centrale per accedere agli appartamenti che sono cosi distribuiti:
  • 2 appartamenti al piano primo
  • 2 appartamenti al piano secondo
  • 2 appartamenti al piano terzo
le parti comuni sono il vano scale , il corsello d'accesso al vano scale ed il coperto. Poi ogni colonna di appartamenti dal 1 al 3 piano ha la proprietà pro indiviso del giardino sottostante( 1/3 ogni appartamento)
Ciò rende separata la gestione dei rispettivi giardini .
Arrivo al dunque: abbiamo fatto preventivi da alcune aziende per la gestione dell'area verde ,(sfalcio erba , potature siepi).
2/3 dei proprietari è favorevole a dare il lavoro a una ditta
1/3 della proprietà è contrario e dice per la sua quota fa gestire il verde al classico pensionato che conosce (non è assicurato) e che rifiuta di pagare nel caso il servizio sia assegnato alla ditta scelta dalla maggioranza

Oltre alla confusione ed all'assurdità di avere più ditte è lecito che possa opporsi ad una maggioranza?
Come si fa a far rispettare la volontà della maggioranza? l'amministratore esterno ha poteri piu ampi e determinati. In tal caso come si fa? si procede con l'applicazione del codice civile?

Altra cosa: si sarebbe offerto un inquilino dell'altra colonna scale per la gestione del giardino , quindi estraneo alla proprietà. Chiedo: in caso di eventuali infortuni , danni a piante e cose non si creano problemi di risarcimenti e quant'altro?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
I problemi si "creano" con qualsiasi configurazione si voglia gestire un Condominio/Comunione/Società...quando una minoranza intende decidere al posto della maggioranza.

Il fatto che siate privi di un amministratore esterno o anche interno non cambia i presupposti.
Nemmeno un amministatore ha il potere di "decidere" sulla testa di altri.

Se 2 proprietari su 3 del giardino decidono per affidare un lavoro a ditta esterna...anche il contrario si adegua contribuendo alla spesa.
Se non lo fà dovrete agire contro lo stesso in Giudizio.
In questo caso un amministratore sarebbe più "agevolato" potendo fin da subito proporre Decreto Ingiuntivo...ma nulla toglie che anche senza possiate seguire tutto l'iter procedurale.

Siccome quando entrano in gioco avvocati e giudici le spese decuplicano...vedete di far ragionare il bastian contrario dimostrando disponibilità ma anche fermezza.

E' il caso che vi dotiate di Regolamento Condominiale sottoscritto da tutti.
 

inquilinodoc

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
I problemi si "creano" con qualsiasi configurazione si voglia gestire un Condominio/Comunione/Società...quando una minoranza intende decidere al posto della maggioranza.

Il fatto che siate privi di un amministratore esterno o anche interno non cambia i presupposti.
Nemmeno un amministatore ha il potere di "decidere" sulla testa di altri.

Se 2 proprietari su 3 del giardino decidono per affidare un lavoro a ditta esterna...anche il contrario si adegua contribuendo alla spesa.
Se non lo fà dovrete agire contro lo stesso in Giudizio.
In questo caso un amministratore sarebbe più "agevolato" potendo fin da subito proporre Decreto Ingiuntivo...ma nulla toglie che anche senza possiate seguire tutto l'iter procedurale.

Siccome quando entrano in gioco avvocati e giudici le spese decuplicano...vedete di far ragionare il bastian contrario dimostrando disponibilità ma anche fermezza.

E' il caso che vi dotiate di Regolamento Condominiale sottoscritto da tutti.

ti ringrazio per l'opinione,
oltretutto il giardino in questione non è condominiale in proprietà pro -indiviso dei tre appartamenti sovrastanti nella ragione di 1/3 cadauno. Non ci sono frazionamenti Qunidi di ogni singolo ciuffo d'erba i tre proprietari ne detengono 1/3
I 2/3 vogliono affidare il servizio e 1/3 dice che il suo terzo fa come vuole.... pazzesco
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Discussioni Simili...

Ultimi Messaggi sui Profili

UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Dott. MM ha scritto sul profilo di gavino.
Carissimo,
Ho letto il Suo ultimo quesito sul forum, molto interessante come spunto di riflessione.
Alto