• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

dadanet

Membro Ordinario
Amministratore di Condominio
Buonasera,
Per un condominio diversi condòmini hanno richiesto la costituzione di un fondo cassa per spese impreviste.
Mi sapreste dire il quorum costitutivo e deliberativo?
Grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Come qualsiasi delibera per la quale si prevede la maggioranza dei votanti ed almeno 500 millesimi.

La norma prevede che la creazione di "fondi" sia attuata solo per questioni "straordinarie" altrimenti indica la necessità di voto unanime (1000/1000).

Viceversa la maggioranza "canonica" può deliberare per destinare a "fondo cassa" i residui attivi di gestione o importi modesti per l'attività ordinaria.

In tutti i casi tali somme appartengono ai singoli su base millesimale .
 

Sabrina Procicchiani

Membro Junior
Amministratore di Condominio
scusa dadanet il preventivo ordinario che fai normalmente è fatto di spese certe e <varie impreviste>
spese certe saranno le tue competenze, assicur, pulizie, estintori, luce, etc...(mettile tutte) poi metti tot € sotto le varie generali come varie impreviste per proprietari, altri tot sotto le varie ordinarie come varie impreviste per i conduttori e avrai un piccolo fondo cassa per le spese impreviste
questo se i tuoi clienti ti chiedono di non arrivare alla fine dell'anno con un saldo elevato da pagare
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Discussioni Simili...

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto