• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Serena Bosco

Membro Ordinario
Inquilino / Conduttore
Quali dati devo obbligatoriamente comunicare all'amministratore del mio condominio secondo la legge? (Per il registro di anagrafica e per tutte le funzioni amministrative che gli competono).
Devo per forza dargli anche il mio codice fiscale? In caso affermativo, a cosa gli serve?

Ringrazio per le risposte
 

Studio Verlicchi

Membro Ordinario
Amministratore di Condominio
Art. 1130 codice civile.
E' uno dei tanti obblighi in capo all'amministratore, quello di redigere e mantenere aggiornata l'anagrafe del condominio.
Tale articolo del codice civile prevede:
"curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità
dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di
godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati
catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni
di sicurezza delle parti comuni dell'edificio. Ogni variazione dei dati deve
essere comunicata all'amministratore in forma scritta entro sessanta giorni.
L'amministratore, in caso di inerzia, mancanza o incompletezza delle comunicazioni,
richiede con lettera raccomandata le informazioni necessarie alla
tenuta del registro di anagrafe. Decorsi trenta giorni, in caso di omessa o incompleta
risposta, l'amministratore acquisisce le informazioni necessarie,
addebitandone il costo ai responsabili;"

Come vede, il codice fiscale è una delle informazioni obbligatorie.
A parte il fatto che non vedo cosa ci sia di preoccupante nel comunicare tale dato che, peraltro, è facilmente reperibile anche in rete, trovo curiosa la posizione di molti condòmini riguardo a ciò che il proprio amministratore chiede.
Mi creda, gli amministratori non sono collezionisti di dati. Se li chiedono è perchè la legge glielo impone e perchè cercano di fare il proprio lavoro al meglio delle proprie possibilità.
Buona giornata.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Perché preferiresti non darglielo ?
Non è un dato “segreto”
Scherzi...ha paura che con quello gli cloni il nome, gli brekki tutte le password, si appropri di tutti i suoi denari ...debiti compresi
:fico:
entri nel database dei suoi amanti...e faccia scempio dei suoi "like" sui social forum.
 

Franci63

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Scherzi...ha paura che con quello gli cloni il nome, gli brekki tutte le password, si appropri di tutti i suoi denari ...debiti compresi
:fico:
entri nel database dei suoi amanti...e faccia scempio dei suoi "like" sui social forum.
Ah ecco , ora capisco 😂😂
 

Otrebla

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Art. 1130 codice civile.
E' uno dei tanti obblighi in capo all'amministratore, quello di redigere e mantenere aggiornata l'anagrafe del condominio.
Tale articolo del codice civile prevede:
"curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità
dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di
godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati
catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni
di sicurezza delle parti comuni dell'edificio.
Buongiorno. Cosa si intende per "ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell'edificio"?
 

Studio Verlicchi

Membro Ordinario
Amministratore di Condominio
Buongiorno. Cosa si intende per "ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell'edificio"?
Le certificazioni relative a tutti gli impianti condominiali (elettrico, riscaldamento centralizzato, cancelli automatici, ascensori, linee vita, impianto di messa a terra, altro che riguardi le parti comuni). A tal proposito ci sono ditte specializzate che, previa sopralluogo, effettuano una analisi a 360° di tutto il condominio, evidenziando le varie criticità in termini di sicurezza. Anche un corrimano della scala troppo basso o un vetro di finestra dell'androne che non sia antisfondamento, sono elementi di criticità che il condominio dovrebbe affrontare e il registro anagrafico, oltre a contenere i dati anagrafici dei condòmini, dovrebbe contenere anche tutti questi altri elementi riguardanti, appunto, la sicurezza.
 

Otrebla

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Le certificazioni relative a tutti gli impianti condominiali (elettrico, riscaldamento centralizzato, cancelli automatici, ascensori, linee vita, impianto di messa a terra, altro che riguardi le parti comuni). A tal proposito ci sono ditte specializzate che, previa sopralluogo, effettuano una analisi a 360° di tutto il condominio, evidenziando le varie criticità in termini di sicurezza. Anche un corrimano della scala troppo basso o un vetro di finestra dell'androne che non sia antisfondamento, sono elementi di criticità che il condominio dovrebbe affrontare e il registro anagrafico, oltre a contenere i dati anagrafici dei condòmini, dovrebbe contenere anche tutti questi altri elementi riguardanti, appunto, la sicurezza.
Grazie per la risposta. Non è detto però che questa documentazione sia in possesso dei condòmini, infatti ad es. io non avevo e non ho ancora tutta la documentazione relativa agli impianti condominiali. In questo caso posso chiedere all'amministratore se ha recuperato tutto?
 

Studio Verlicchi

Membro Ordinario
Amministratore di Condominio
Non è detto però che questa documentazione sia in possesso dei condòmini
Certo. Il codice civile descrive in cosa consiste il registro anagrafico, ma il reperimento delle informazioni necessarie per renderlo completo, è compito dell'amministratore. Ai condòmini chiederà i loro dati e le certificazioni relative alle loro proprietà all'interno del condominio, il resto lo troverà altrove e se certe certificazioni non si trovano o non esistono proprio, vi proporrà l'incarico a ditte specializzate per effettuare le verifiche e rilasciare i conseguenti certificati, previo eventuali adeguamenti dovessero risultare indispensabile per poterle rilasciare.
 

Franci63

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Sapere che gli impianti privati sono a norma rende più sicuro tutto l'edificio.
Sono d'accordo.
Vero, ma se posso li recupero comunque
Capisco; ma quello che non mi piace molto è che spesso vengano fatti passare per documenti obbligatori, mentre non lo sono.
Preferirei che l'amministratore li chiedesse, facendo presente che non è un obbligo di legge ma un modo per vivere in condominio più serenamente, piuttosto che "far finta" che debbano essere consegnati da ogni proprietario per le parti private, quando l'obbligo riguarda solo gli impianti comuni.

Onestamente, pur avendo gli impianti a norma in tutti i condòmini in cui ho immobili, se mi chiedono le certificazioni insieme ai dati personali e a quelli catastali, con la "scusa" della corretta tenuta del registro dell'anagrafe condominiale, la tentazione forte è di non presentarli.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto