• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

SaraRossi

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Siamo due inquilini entrati in affitto in questa casa da 5 anni:
la casa fin da subito non ci è stata consegnata nelle condizioni pattutite: non erano completati i lavori e abbiamo dovuto perdere tantissimo tempo per sistemare le cose che non erano di nostra competenza, anche molto gravi come mancanza di cavi telefonici, antenna tv scollegata, lavori in casa come chiusura di una parete, pulizie straordinarie, stare a disposizione di operai e addetti ai lavori e altre cose...abbiamo fatto tutto impiegando tempo ed energie che non ci son state riconosciute e in più negli anni ad ogni richiamo del padrone di casa per svolgere cose di sua competenza siam stati trattati male e sbrigativamente dovendo insistere per fargli far le cose con pure l'invito ad andarcene se la casa non ci piaceva, ora in questo momento difficile di pandamia da covid-19 gli abbiamo chiesto un temporaneo sconto sul canone che non ci accordato nemmeno in minima parte, stavamo pensando a questo punto di ottenere un risarcimento per tutto quello che abbiamo fatto e per il tempo investito..
purtroppo non abbiamo fatture ne prove se non poche foto ad esempio dei cavi scoperti quando siamo entrati in casa, della mancanza della lavatrice, della parete aperta di una stanza. Il danno che abbiamo subito è stato sopratutto la perdita enorme di tempo messa a disposizione per sbrigare lavori che gia dovevano esser stati fatti, e in tutto questo siam stati anche trattati molto male.

è una cosa fattibile dopo 5 anni? se gli mandassimo una lettera dell'avvocato cosa potrebbe succedere? qual'è l'iter per un simile procedimento e che tempi e costi avrebbe? potrebbe trovare una scusa per buttarci fuori di casa alla prima occasione?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Posso capire la difficile situazione...ma la vostra è una "pretesa" che soggiace alla disponibilità della controparte.

I "motivi" con cui vorreste imporre la riduzione appaiono pretestuosi e per nulla condivisibili.

La lavatrice, i cavi del telefono o l'antenna (al pari di qualsiasi altro elettrodomestico o arredo) non è obbligatoria salvo fosse specificata nel contratto di locazione.

Inutile spendere soldi per una inutile lettera di avvocato.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto