• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Nel 1997 l'assemblea diede incarico al Terzo Responsabile, scelto per la conduzione della Centrale Termica, di rifare completamente la Centrale Termica, con relativa messa a norma dell'impianto (opere murarie comprese). Nell'anno 2016, oltre a montare i contabilizzatori di calore, ci siamo trovati a cambiare la Centrale Termica (avevamo l'Olio B.T.Z.) e la Ditta scelta è stata la stessa che fece allora i lavori.
Non abbiamo capito, però, perchè la persona che a metà settembre era stata incaricata di presentare la CILA o SCIA o CIL {non sono informata e non ho capito quale di queste pratiche doveva essere presentata nè dove [Comune o Catasto]} per i lavori che i VV.F. ci avevano ordinato di eseguire (parete e porta REI 120) non l'abbia fatto.
Il 19 di dicembre 2016, durante l'assemblea, purtroppo, è saltato fuori che nulla era stato affrontato. Pertanto ora noi dobbiamo presentare una pratica in ritardo, con autodenuncia, sanzioni ecc. ecc.
Io, che cerco di seguire più che posso tutti questi "pasticci" (per parlare correttamente), prendendomi anche della stalker dall'amministratore perchè rompo troppo i cabasisi, mi sono interessata e mi sono fatta preparare "3" preventivi ed è venuto fuori un Pasticciaccio: in Catasto [costruzione risalente agli anni 57==>60] "non esiste alcuna planimetria riportante le parti comuni" (ci sono due scale, due ascensori, una Centrale Termica, tutte le cantine e garage, l'appartamento non esatto dell'ex-custode, ora vuoto, stop).
Dalle planimetrie che ho io nell'Atto di compravendita, ho riscontrato che l'ingresso alla C.T. è "INTERNA", mentre in realtà, nel 1997, tale porta fu chiusa con un muro e trasferita sul davanti, come compare nella pianta 1:100 che hanno i VV.F. OVVERO: nulla fu presentato in Catasto ed in questi ultimi ,chi ha comprato o venduto l'ha fatto con le vecchie planimetrie errate.
Quello che io vorrei chiedere è: I°) nel 1997 la ditta incaricata doveva presentare qualcosa in catasto o no?? Se si, possiamo chiedere dei danni dopo 19 anni???? II°) noi oggi siamo obbligati a presentare una SCIA CATASTALE o è sufficiente, partendo da quanto avevano i VV.F. e presentare solo la Cila in Comune tralasciando una complicata sistemazione catastale??? III°) le sanzioni della CILA e/o SCIA le possiamo chiedere alla Amministratrice e/o alla Ditta Esecutrice [l'incaricato della pratica non fatta è stato scelto dall'Amministratrice dopo che la Ditta aveva fatto notare che doveva essere presentato un qualcosa attestante i lavori che avevano fatto]. presentato un qualcosa attestante i lavori che avevano fatto].
Non so se sono stata chiara o meno e mi scuso fin da ora se ho usato male le varie CILA-CIL-SCIA-Catasto-
Comune o altro........Qualsiasi consiglio è gradito e ringrazio fin da ora,
Bianca Maria
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Vado per punti :

1)No. Semmai spettava al tecnico progettista (ammesso ne sia stato incaricato uno) ...o anche la ditta esecutrice SE cosi pattuito (raramente assorbono tale mansione).
2) Troppo tempo e vedasi sopra.
3) I "permessi" (Cil -Cila-Scia etc) li chiedi/presenti in Comune.
Il Catasto non ha tali mansioni...ma cura la registrazione delle variazioni/trasformazioni che andrebbero comunicate.

Direi di omettere quanto trascurato un ventennio orsono ma regolarizzare aggiornando alle ultime modifiche.

Date incarico ad un tecnico in loco (geometra o architetto) che potrà meglio valutare i documenti.
 

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Vado per punti :

1)No. Semmai spettava al tecnico progettista (ammesso ne sia stato incaricato uno) ...o anche la ditta esecutrice SE cosi pattuito (raramente assorbono tale mansione).
2) Troppo tempo e vedasi sopra.
3) I "permessi" (Cil -Cila-Scia etc) li chiedi/presenti in Comune.
Il Catasto non ha tali mansioni...ma cura la registrazione delle variazioni/trasformazioni che andrebbero comunicate.

Direi di omettere quanto trascurato un ventennio orsono ma regolarizzare aggiornando alle ultime modifiche.

Date incarico ad un tecnico in loco (geometra o architetto) che potrà meglio valutare i documenti.
P
 

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Infatti la vogliamo cambiare........ E' la figlia dell'allora Amministratore, ma noi l'abbiamo saputo solo alla fine del 2016, quasi togliendoglielo con le pinze.
Nel 2016 abbiamo scoperto tante altre piccole grandi cose.....
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto