• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

dadanet

Membro Ordinario
Amministratore di Condominio
Buongiorno,

in un condominio è necessario eseguire dei lavori di ripristino sui muri perimetrali di un cortile condominiale, nel condominio è presente un deposito con accesso autonomo il cui proprietario non accede al cortile, il proprietario del predetto deposito si rifiuta di partecipare alle spese dei lavori, considerato che nè il regolamento nè le tabelle millesimale prevedono alcunché come mi consigliate di procedere al riparto delle spese? considerate che il muro perimetrale del cortile da un solo lato è il lato stesso dell'edificio.

Grazie a tutti in anticipo
 

dadanet

Membro Ordinario
Amministratore di Condominio
Ho fatto un'ulteriore verifica effettivamente non risulta la proprietà del cortile a differenza degli altri condòmini e solo da una parte del cortile il muro è corpo del magazzino quindi parteciperà ad un quarto dei lavori essendo 4 i lati?
 

bastimento

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
IO ho immaginato che questo deposito sia un corpo fabbrica distinto rispetto al fabbricato condominiale.

IN pratica un basso fabbricato confinante col cortile, di proprietà di terzi, che non ha titolo sul cortile condominiale: a quel punto ci si può solo chiedere se quel muro sia in comunione tra i confinanti o sia di proprietà di uno solo; quale dei due? Bisognerebbe risalire allo storico.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Discussioni Simili...

Ultimi Messaggi sui Profili

Che la vita è breve e non serve arrabbiarsi che lo facciano gli altri
Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
Alto