• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

paolo spinnato

Membro Junior
Amministratore di Condominio
Più volte mi è stato chiesto di fare l'amministratore del mio condominio. Ho deciso di accettare l'invito e quindi pensavo di candidarmi. Svolgendo la funzione solo nel mio condominio, sulla base di quanto previsto dall'art. 71 bis penso di poter svolgere tale incarico, essendo diplomato, godendo dei diritti civili, non avendo avuto condanne di nessun tipo. Quindi sulla base di quanto previsto in tale articolo per coloro che svolgono le funzioni nel proprio stabile non sono necessari i requisiti di cui alla lettera f) e g). In particolare a me preme la capire se interpreto correttamente quanto previsto nella lettera G)che prevede che non devo aver frequentato un corso di formazione iniziale e svolgere attività di formazione periodica per svolgere tale incarico. E cosi? Ovviamente ho letto a fondo e approfondito,la legge 220/12, ho letto sentenze, pareri etc. e grazie a Voi, che seguo quotidianamente, mi sento poter svolgere tale incarico.Grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Nulla osta a che tu possa fare l'amministratore del Condominio dove sei proprietario...ma sei certo di aver letto tutto quanto è stato spiegato anche in altri topic?

Sei conscio di tutti gli obblighi, rischi e responsabilità dirette ed indirette che assumi con una carica "ufficiale?

Se disposto a diventare un "parafulmine"? ..lo farai "a gratis" ?
 

paolo spinnato

Membro Junior
Amministratore di Condominio
Si certo che so a cosa vado incontro. Ma non mi spaventa, perché nella mia vita lavorativa ho avuto incarichi di responsabilità maggiori di quelli che può avere un amministratore del proprio condominio.
Prima di decidere infatti ho letto a fondo la legge, i pareri, i commenti, i consigli che vengono dati in questo sito. Soprattutto i tuoi, dato che ti trovo competente e professionalmente ineccepibile. Poiché, senza presunzione, prima di fare qualsiasi cosa, mi documento, credo di non avere problemi per tale incarico. Parafulmine perché se rispetti le norme?. Per ogni affidamenti chiedero' più preventivi concordati con i capi scala, ascolterò ogni condòmino che non ha chiaro qualcosa, so in pratica che devo occuparmi di ciò che prevede l'art. 1130 dall'eseguire le delibere adottate dall'assemblea , a disciplinare l'uso delle cose comuni, a riscuotere i contributi, a compiere gli atti conservativi relativi alle pari comuni dell'edificio, a curare il registro dell'anagrafe condominiale , a far redigere quello sulla sicurezza,a verificare se c'è sul tetto la linea vita, etc. etc. In pratica ho le idee chiarissime su ciò che mi aspetta. Avevo solo il dubbio se devo fare il corso di formazione anche se la lettera G) lo esclude per coloro che amministrano il proprio condominio. Non sarebbe l'incarico gratuito, ma, chiederò lo stesso compenso del precedente amministratore iscrivendomi alla gestione separata dell'inps e dichiarando il tutto, ai fini IRPEF nel 730.Poichè vivo nel condominio da quando lo stesso è stato costruito, ho un buon rapporto con la maggioranza dei condòmini ed ecco perché sarei orientato ad accettare. Grazie, Dimaraz per l'attenzione che poni ad ogni quesito.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Parafulmine perché se rispetti le norme?
Parafulmine perchè un "amministratore ufficiale" si assume effettivamente tutta una serie di responsabilità anche penali ...ma se hai letto quanto ho già scritto (anche in altri siti) dovresti sapere tutto al riguardo.
Già scrito che quelli (condòmini) che al momento possono sembrare "amici" ...perchè felici di avere una persona che può dare più fiducia in quanto direttamente cointeressato, in caso i problemi od errori potrebbero non rivelarsi tali.

Non volevo sembrare colui che dubita delle tue capacità...ma che fossi ben conscio di cosa comporta l'impegnoe non per il come tu sarai "ligio e prodigo" nell'eseguirlo.

Ti rispondo su 2 punti:
Avevo solo il dubbio se devo fare il corso di formazione
Nessun obbligo in tal senso...come "interno" non hai nemmeno necessità di diploma.

Non sarebbe l'incarico gratuito, ma, chiederò lo stesso compenso del precedente amministratore iscrivendomi alla gestione separata dell'inps e dichiarando il tutto, ai fini IRPEF nel 730
Non hai fornito tutti gli elementi...ma ti consilgio di informarti bene con un fiscalista prima di muovere un passo.
 

paolo spinnato

Membro Junior
Amministratore di Condominio
Grazie Dimaraz , mi sono informato e mi devo iscrivere alla gestione separata dell'inps e il fiscalista sa che deve farmi una busta paga all'anno dove oltre ad essere soggetto all'IRPEF dovrò pagare 1/3 del contributo Inps e dell'inail. Due terzi li paga il condominio.
Grazie ancora
 

bastimento

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Presumo che Dimaraz sottintendesse non solo i compiti previsti dall'art. 1130: occorre tenere presente anche i vari adempimenti fiscali a carico dell'amministratore.

(Dichiarazione 770, Quadro Amministratore di Condominio, CU, RA, ecc): comunque niente di straordinario, se si conoscono.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Io mi riferivo anche a quelli che nessuno ha finora specificato.
I "compiti" è facile ...sono le "responsabilità" che tanti neofiti trascurano.

Giusto perchè non lo svolgerà come "professionista" consiglio di tuttelarsi con opportune polizze (errori contabili e fiscali, responsabilità civile etc etc).
 
Ultima modifica:

paolo spinnato

Membro Junior
Amministratore di Condominio
Relativamente al compenso 1/3 lo pagherò io e 2/3 il condominio.Come detto non avendo altri condòmini ma solo quello dove abito, mi iscrivero' alla gestione separata e il consulente del lavoro mi farà una busta paga annua ,perche prendo il compenso alla fine della stagione condominiale, se decidessi di prendere degli acconti, mi farà più buste paghe. So anche che devo occuparmi di rilasciare il CU entro il 28 febbraio, che devo farmi fare il 770, che devo compilare il quadro k con il mio 730 ,che devo rilasciare le certificazioni per le detrazioni fiscali se facciamo lavori straordinari o di risparmio energetico,il consuntivo,il preventivo ,che devo aprire un c.c. dove far transitare gli incassi e i pagamenti,devo registrare nel libro giornale tutte le operazioni contabili etc.etc
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto