• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

anna

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Buongiorno,
vorrei un chiarimento per quanto riguarda la maggioranza necessaria per le assemblee, nel mio condominio si fatica sempre a raggiungere le maggioranze necessarie a deliberare, il condominio ha un alta percentuale di proprietari anziani, o proprietari che hanno affittato l'appartamento a studenti per la vicinanza con l'università; di fatto nelle assemblee un proprietario di buona volontà si affanna a trovare deleghe di chi non si presenta e poi distribuirle con il max di tre a testa tra coloro che partecipano fisicamente all' assemblea per raggiungere la quota prevista.
Ora questa persona volenterosa per motivi di salute non potrà piu procedere a questa ricerca di deleghe, mi chiedo se nell'assemblea indetta dall' amministratore non si raggiunge la maggioranza prevista, quante volte si deve riconvocare e se non si raggiunge mai come si procede? se si deve decidere dei lavori di miglioramento o risparmio nel condominio (esempio l'installazione di fotoelettriche nelle scale che fanno accendere le luci al passaggio delle persone) si puo deliberare anche se non cè la maggioranza?
Poi ho un altro quesito, l'appartamento destinato al portiere (ora sostituito da una ditta di pulizia) è stato affittato ad un medico che lo utilizza come studio medico. In merito alla contabilizzazione di calore ho notato che sui termosifoni dello studio sono state montate le nuove valvole ma non i contacalorie, alla richiesta di delucidazioni mi hanno risposto che l'appartamento di fatto non esiste e quindi non ha millesimi, mi chiedo è corretto ciò e il consumo del riscaldamento dove e come viene caricato?
grazie per i chiarimenti che vorrete fornirmi.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
si puo deliberare anche se non cè la maggioranza
Si può riconvocare anche infinite altre volte....ma solitamente si desiste dopo un paio.
Una delibera approvata con maggioranza insufficente diventa valida e inoppugnabile decorsi 30 gg. dal ricevimento del verbale da parte degli assenti...salvo non sia su determinati argomenti per i quali sia prevista "nullità" piuttosto che "annullabilità".
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
alla richiesta di delucidazioni mi hanno risposto che l'appartamento di fatto non esiste e quindi non ha millesimi,
Risposta "impropria" ... l'appartamento esiste solo che essendo "bene comune condominiale" è logico non abbia peso millesimale (è di tutti in quota parte).

L'intero Condominio percepisce l'affitto della locazione ed evidentemente i costi del riscaldamento sono contrattualmente prefissati o inclusi nella locazione.
 

anna

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Grazie Dimaraz,
dei chiarimenti, ma per affittare " l'appartamento del portiere" di fatto utilizzato come studio medico, non doveva essere cambiata la destinazione d'uso?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Anche no...bisognerebbe verificare con l'Ufficio Tecnico del Comune ma salvo specifici divieti non mi risultano problemi a Studi Medico-Dentistici in appartamenti abitativi.

Semmai unica questione che la locazione sia stata decisa da opportuna maggioranza.
 

anna

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Buongiorno Diramaz,
approfitto ancora della tua chiarezza sempre in merito al contratto di affitto dell' appartamento -portiere utilizzato ora come studio medico, in particolare vorrei chiederti, intanto il contratto non è recente e io non ne conosco il contenuto (sono da 4 anni che vivo nel condominio) e comunque se è obbligatorio il passaggio alla contabilizzazione di calore per tutti i condòmini perche non dovrebbe esserlo per questo appartamento che di fatto è di proprietà condominiale, mi chiedo mentre noi facciamo un uso parsimonioso del riscaldamento ( perche poi paghiamo quanto consumiamo) in questo appartamento i termosifoni sono tranquillamente accessi dalla mattina alla sera, ( anche non in orario di studio) pertanto non si puo impugnare il contratto fatto a suo tempo o chiedere una modifica alla luce delle nuove disposizioni sulla contabilizzazione di calore, in modo tale che il medico paghi quello che consuma?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Prima di lanciarsi in considerazioni bisogna vedere cosa è stabilito nel contratto.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto